Skip Navigation LinksHome > Rinnovabili > Impianti Fotovoltaici > Impianti Fotovoltaici Tradizionali

Tradizionali (Grid Connected)

Per definizione, essi sono connessi elettricamente alla rete elettrica nazionale (Enel od altro distributore), e con essa danno luogo ad uno scambio energetico bidirezionale.
I componenti primari in un impianto grid-connected sono:

- il eneratore fotovoltaico, costituito da un campo di una o più serie (stringhe) di moduli fotovoltaici, disposte in parallelo tra loro;

- l’Inverter, dispositivo di conversione da corrente continua (prodotta dal campo fotovoltaico) ad alternata (della rete elettrica), necessario per scambiare con la rete nazionale l’energia prodotta dal campo fotovoltaico;

- i dispositivi di connessione ed eventualmente di protezione nel punto di consegna;

- i contatori, di cui uno contabilizza l’energia elettrica prodotta dal campo fotovoltaico, e l’altro quella che fluisce da e verso la rete (bidirezionale).
Il dimensionamento di un impianto grid-connected va progettato fin dall’iniziale stima di fattibilità in funzione della finalizzazione che ad esso vogliamo dare:

Impianto destinato a produrre energia con obiettivo primario la vendita della stessa (centrali fotovoltaiche)

Impianto destinato a produrre energia con obiettivo primario il risparmio energetico, ovvero l’utilizzo per i propri fabbisogni (scambio sul posto): uso domestico o aziendale.

In entrambi i casi un vincolo imprescindibile alla realizzazioni è dato dal sito identificato per la messa in opera: esposizione al sole e superficie disponibile sono le variabili primarie da considerare.

In presenza di utenze domestiche (civili abitazioni private) oppure utenze di tipo aziendale, ove le presumibilmente limitate superfici disponibili impongono un calcolo dimensionale basato sull’energia consumata dall’utenza e la possibilità di coprirla “in proprio” attraverso l’adozione del generatore fotovoltaico.

Le medie di consumo si evincono facilmente dalle bollette energetiche, e la progettazione dell’impianto è finalizzata all’identificazione del mix ottimale tra superficie da ricoprire, investimento e il suo ammortizzo grazie al risparmio energetico.

Sulla scia degli impegni del protocollo di Kyoto e degli obblighi nell’ambito della Comunità Europea, nell’uno e nell’altro caso, per gli impianti grid-connected, si può accedere alla forma di incentivazione statale dettata dal Decreto Conto Energia.

Il vantaggio dell’adozione di un Impianto Fotovoltaico non è solo economico (risparmio in bolletta, manutenzione all’osso, semplicità di utilizzo) ma risiede anche nella mano che tutti noi possiamo dare all’ambiente.

A fronte di un impatto estetico, architettonico e visivo, molto limitato, realizziamo un impianto che non emette alcunché in atmosfera, e ci produce la stessa energia per la quale paghiamo un prezzo in termini di inquinamento da CO2 (anidride carbonica) pari al oltre 500gr per ogni KWh prodotto con i combustibili fossili (petrolio, carbone, etc). Equivale, per il fabbisogno energetico di una famiglia di 4 persone, ad un beneficio, per anno, di circa 2,5 tonnellate di CO2 non immesse in aria.

Consideriamo che la vita media di un impianto a pannelli solari fotovoltaici è di oltre 30-35 anni.

Il Conto Energia è il programma che incentiva in conto esercizio l'energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica.

Il Quinto Conto Energia, remunera, con una tariffa omnicomprensiva la quota di energia netta immessa in rete e con una tariffa premio la quota di energia netta consumata in sito.

In particolare, ferme restando le determinazioni dell’AEEG in materia di dispacciamento, il GSE con il Quinto Conto Energia eroga:

A) sulla quota di produzione netta immessa in rete per gli impianti di potenza nominale fino a 1 MW, una tariffa omnicomprensiva, determinata sulla base della potenza e della tipologia dell’impianto e individuata, rispettivamente per:
- impianti fotovoltaici
- impianti integrati con caratteristiche innovative
- impianti fotovoltaici a concentrazione

B) sulla quota di produzione netta consumata in sito, è attribuita una tariffa premio
Gli impianti i cui moduli costituiscono elementi costruttivi di pergole, serre, barriere acustiche, tettoie e pensiline hanno diritto ad una tariffa pari alla media aritmetica fra la tariffa spettante agli impianti fotovoltaici “su edifici” e quella spettante agli “altri impianti fotovoltaici”.

Alla stessa tariffa sono ammessi gli impianti realizzati su fabbricati rurali che siano accatastati prima della data di entrata in esercizio dell’impianto fotovoltaico secondo le categorie catastali A/6, C/6 e D/10.

La tariffa spettante, corrispondente a quella vigente alla data di entrata in esercizio dell’impianto, è riconosciuta per un periodo di 20 anni, a decorrere dalla data di entrata in esercizio, e rimane costante in moneta corrente per tutto il periodo dell’incentivazione.

Maggiorazioni delle tariffe
Le tariffe omnicomprensive e le tariffe premio sull’energia consumata in sito sono incrementate, limitatamente agli impianti fotovoltaici e agli impianti integrati con caratteristiche innovative, dei premi tra loro cumulabili, quantificati in €/MWh (come stabilito dall’art.5, comma 2 lettera a) del Decreto) per:

- gli impianti con componenti principali realizzati unicamente all’interno di un paese che risulti membro dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia).

- gli impianti realizzati su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto.
Impianti Fotovoltaici Fotovoltaico con Accumulo
Impianti Elettrici Civili Videosorveglianza IP
Impianti Elettrici Industriali Rilevazione Anti Incendio
Solare Termico Casa e Calore
Progettazione e Consulenza Richiedi un Preventivo
MENU PRINCIPALE
IN EVIDENZA


IERM Impianti di Antonio Marras
Sede Legale
Via Sant'Angelo, 10
09042 Monserrato (CA)
p.iva: 03582890921

Studio Tecnico
Via E. Toti
09134 Pirri (CA)
Tel. + Fax: 070/580104

email: info@iermimpianti.it
IERM Impianti Elettrici - Fiduciario Bticino - Iscritto all’albo Impiantisti Qualificati UNAE Sardegna - ABILITAZIONE DM 37/08 Categ. a,b,g
Progettazione, Realizzazione, Verifiche, Collaudi per Impianti Residenziali, Industriali, Sportivi, Camping, Albergo, Arredo, Zootecnici, Videocontrollo IP, Antifurto.
Sonorizzazione, Quadri, Cabine di Trasformazione. Impianti Fotovoltaici e Solare Termico.
www.iermimpianti.it © 2017 - vietata la riproduzione Privacy Policy realizzato da Visiv Comunicazione